Gli alberi sono le nostre origini
21 Dicembre 2021
RinascITALIA
4 Febbraio 2022

La quercia in più

"Grande quercia da piccola ghianda."

(Proverbio)

"La quercia in più" è un un laboratorio attivo dal dicembre 2020 nel reparto di Neuropsichiatria dell'Ospedale Regina Margherita di Torino, in cui ogni bambino e bambina semina ghiande che germinando produrranno querce. Quando le piantine saranno pronte verranno trapiantate in appositi parchi e terreni. Il progetto è stato esteso alla cultura e coltura del verde con laboratori effettuati in reparto, e le attività e le colture sono dettate dalle stagioni e dall’offerta della natura.

Molti studi hanno evidenziato che il contatto con la natura contribuisce ad aiutare le persone nel loro percorso di guarigione, ecco perché il primario del reparto, il prof. Benedetto Vitiello e la referente medico, la d.ssa Chiara Baietto, hanno subito aderito con grande entusiasmo all’iniziativa.
A dicembre 2020 il primo laboratorio a tema GREEN, da allora, mensilmente i bambini e le bambine degenti del reparto di Neuropsichiatria dell’Ospedale Infantile Regina Margherita di Torino, minuti di kit per la semina, producono piantine che, quando germoglieranno, saranno piantate in giardini e spazi appositi (giardino dell’ospedale, parco di Stupinigi, etc...) Le attività laboratoriali favoriscono in questo modo:
  • il rispetto della natura e dei suoi cicli
  • la piacevolezza dell'esperienza sensoriale nel contatto con gli elementi naturali e tutta la parte di cura che è necessaria
  • la presa di coscienza del valore del ciclo della natura: pazienza e cura faranno germogliare dei semi che diventeranno piante che “faranno” del bene a noi, agli altri e all’ambiente.
L’esperienza del laboratorio, favorisce altresì, la consapevolezza che il prendersi cura di sé e degli altri, anche se si è in una situazione di apparente fragilità, è espressione di grande forza e tenacia, proprio come la natura, nella sua spontaneità, ci insegna.
Le esperienze svolte finora sono state molto costruttive e con una partecipazione attiva molto vivace.
La realizzazione è del dott. Alberto Testa, presidente e fondatore della Fondazione Albero Gemello onlus, in collaborazione con il personale del reparto, le educatrici e il supporto di un’arte-terapeuta. L’idea de ‘La quercia in più’ prende spunto dall’evento della festa dell’Albero 2020, il Cuore Verde, realizzata in collaborazione con Asproflor Comuni Fioriti e l’Unione dei Comuni Montani Uncem, durante la quale Kit sono stati donati alle scuole di 50 e più Comuni della Regione Piemonte e inviati ai Comuni italiani che ne hanno fatto richiesta. #alberogemello #torino #comunifioriti #asproflor #uncem #piemonte LINK AL VIDEO

Collaborano al progetto
dr.se Chiara Baietto, Martina Vacchetti, Francesca Pili , la caposala Nadia Francesia con Calogera Digrande , Laura Demichelis , le educatrici Michela Guerrera E Maria Rosaria, Nadia Francesia , l’arteterapeuta Luisa Camurati.
Nel mese di il progetto è stato esteso al Day Hospital di Neuropsichiatria dell’OIRM dove, in attesa di nuovi spazi, è stata allestita un’area- laboratorio, in collaborazione delle dr.se Elena Raino’ e Antonella Anichini, del personale del DH Npi dx.
Grazie come sempre per il supporto tecnico ai dr. Barbara Cavallero e Roberto Guidetti dell’Azienda Ospedaliera Cittadellasalute di Torino.
Prospettive future: nei laboratori di Neuropsichiatria Infantile degli ospedali del territorio nazionale, e nei reparti di degenza /lungodegenza pediatrici.

Se ci contatti possiamo valutare insieme come farlo insieme!
Tel. +39 366 500 0140
Email info@alberogemello.it
Dona ora